Illustrazione

Un’estate nel cuore

CIAO AMICI!!!!!

Come sono felice di tornare a scrivere! 

Sono imperdonabile… sono mesi che non scrivo più nemmeno un articoletto, nemmeno per farvi sapere come sto. Cercherò subito di rimediare.

Non è un caso che io riprenda, proprio l’ultimo giorno d’agosto.

E’ stato ed è tuttora un periodo di transizione, di riflessioni che inevitabilmente mi portano a cambiamenti e spero ad un approccio diverso alle cose che mi succedono. A dir la verità non so nemmeno da dove cominciare; di fatto non mi è successo materialmente niente di nuovo, il cambiamento sta dentro la mia testa ed il mio cuore, poiché con il tempo hanno iniziato a dialogare maggiormente l’uno verso l’altra e a capire a cosa e chi rivolgere sul serio la mia attenzione.

Sono sempre stata una persona piuttosto riservata, di quelle che camminano in punta di piedi per non disturbare, che tende a compiacere gli altri per paura di ritrovarsi da sola, che alza le spalle e giustifica il comportamento altrui; quella che però a casa si arrabbia con se stessa per non riuscire a parlare e dire le cose come stanno.

Se non ho scritto in questo periodo è perché sono stata concentrata e lo sono anche ora, su me stessa, per capire che anche io ho un mio peso nel mondo e che è giusto che faccia sentire la mia voce e opinione!! Con i tempi che corrono, a dir la verità, si ha paura di dire la propria, ma i passi si fanno uno alla volta e direi che è meglio cominciare con le piccole cose, come può essere la discussione con gli amici, per decidere il posto dove andare al mare durante l’estate!

Nella riscoperta di me stessa (parlo di riscoprire e non ritrovare, perché anche se ho la tendenza ad essere una persona riflessiva, ho come tutti, tante sfumature nel mio carattere) ho inevitabilmente messo in secondo piano la gestione di questo blog e altre cosucce, ma tranquilli, ho continuato a lavorare, a disegnare e a cercare di guadagnarmi quella stabile indipendenza economica che tanto mi da da pensare, gestendo il mio tempo in modo tale da poter andare al mare ogni volta che lo volevo… e quest’anno mi sono proprio goduta l’estate, come non mi capitava da 2-3 anni!!

Sono stati una rinascita questi 3 mesi estivi, forse è stata la conquista più grande di questo ultimo periodo, che ho cercato di sfruttare al massimo. Non sarebbe stato possibile se non mi fossi messa in testa, finalmente, che anche io valgo, che quello che dico ha un suo peso e che ho il diritto di poter fare quello che mi fa stare bene!!!

Ci sono troppe cose che puzzano di vecchio e di immobilità; iniziare a cambiare l’aria fa sempre bene alla salute! 🙂

Vogliamo anche aggiungerci l’amore? Ma sì, aggiungiamocelo! No, non ho trovato il fidanzato, ma posso dirvi che una delle svolte è stato anche il notare che il mio cuore congelato, arrugginito dopo tanti anni di inattività e rassegnazione, ha ripreso a scaldarsi e sono rimasta stupita di me stessa, di come sia riuscita a superare in breve tempo una “piccola” delusione, che solitamente mi avrebbe inacidito e inasprito ancora di più nei confronti dell’amore. Ancora ho il terrore che le piccole cose che stanno succedendo possano di colpo terminare, facendomi ricadere in un “tanto a me non me ne va mai bene una”, ma voglio tenere alto il tono e cercare, nonostante tutto, di non tornare a ricoprire con un guscio quel muscolo che abbiamo dentro lo sterno che, lo sapete, è grande quanto il nostro pugno?? 😛

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Quindi, dopo tutta questa pappardella, avete capito perché c’è stato un lungo silenzio stampa?

Vi voglio sempre bene, ma ho capito che devo volerne anche a me e questo mi porta anche a rivalutare alcune decisioni fatte in passato, che invece ora mi danno ansia, ma in questo caso devo forse lasciare decantare come un vino, questo stato d’animo, affinché mi faccia ritrovare la motivazione e il senso per cui ho fatto determinate scelte.

Tutte queste “paturnie” potrebbero essere l’ispirazione per qualche nuovo progetto!! Dopotutto attingo sempre molto dal mio vissuto quando penso a cosa disegnare e al messaggio che voglio mandare… forse sta proprio in questo il perché si vuole mandare un messaggio, perché hai vissuto una qualche esperienza sulla tua pelle e ne vuoi fare partecipi gli altri o per metterli sull’attenti o per stimolarli a fare come te.

Basta, inizio ad avere fame… calo di zuccheri, inizio a scrivere fesserie!! Certo è il fatto che scrivervi infonde in me un senso di calma e pace, perciò, dai, cercherò di essere più presente!

Un bacio grande a tutti,

Monica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *